Programmatori A Catania 15

20150924_180924

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Catania il 2/3 ottobre 2015 iscriversi è gratuito e facile ;-))

http://pac15.github.io/ questo evento si svolgerà a Catania il 2/3 ottobre 2015, iscriversi è gratuito e facile ;-))

Sponsorizza PAC ’15. I ricavati verranno usati per l’organizzazione stessa dell’evento, premi per i pitch e per la mini-hackaton. Vedi QUI per ulteriori informazioni.
pac15.github.io|Di sic2
Pubblicato in CULTURA, Sociale | Lascia un commento

Piano Tavola “il degrado continuo”

“Piano Tavola ” un territorio, in balia degli incivili impuniti, che si fanno beffa delle telecamere.

Non si può utilizzare la pagliuzza nei confronti di chi meriterebbe il bastone!

I sindaci, di Belpasso, Camporotondo, Misterbianco e Motta Sant’Anastasia, possono emettere ordinanze che prevedano anche il sequestro amministrativo del veicolo che è stato utilizzato per abbandonare la spazzatura. Cosa aspettano? IMG_20150906_161737

 

 

IMG_20150906_162207 IMG_20150906_162146 IMG_20150906_161745

Pubblicato in Ambiente, Sociale | Lascia un commento

DEMOCRAZIA, RICCHEZZA E POVERTA’

In Italia, i salari crescono molto meno della produttività del lavoro, cioè del valore dei beni e dei servizi prodotti da ciascuna persona impiegata,per colpa dei governi che si sono succeduti negli ultimi 30 anni.

In Italia, da anni si assiste a un progressivo passaggio della ricchezza dal lavoro alla rendita, che rende i ricchi ancora ancora più ricchi, impoverendo di conseguenza il 90% della popolazione, alla quale si fa digerire qualsiasi cosa con i mezzi di disinformazione di massa.

Una società che non cura la legalità è una società destinata a lasciare il predominio soltanto al più forte e a calpestare il più debole che declina lentamente fino alla morte, come una canna soggetta alle intemperie della tempesta.

Una società che mette in dubbio i diritti, conquistati da donne e uomini col sacrificio della propria vita, un paese compiacente con i mezzi di disinformazione di massa, accondiscendente con il potere che da decenni logora il paese, togliendo diritti che non risolvono i problemi, ben sapendo, che il problema è nel potere, che si auto contempla, e con gattopardismo moderno tutela i privilegi a discapito del popolo, è destinato alla rovina.

Occorre ritornare a scegliere i propri governanti uno ad uno, senza prescelti dai capi partito, buoni solo a fare gli “yes men” che, per paura di perdere i loro privilegi, sono capaci di gridare vittoria solo perché ricevono il consenso del 13% degli elettori, anche quando il 70% degli aventi diritto non va a votare.

Occorre mettere dazi alle merci provenienti da paesi che non rispettano i diritti umani schiavizzando bambini, donne e uomini, a vantaggio del profitto degli ipocriti ricchi occidentali, e ai loro lacchè televisivi, che pensano di pulirsi la coscienza sporca, con qualche offerta ai poveri, davanti a telecamere e fotografi durante il periodo di natale.

Abbiamo bisogno di uomini come De Gasperi e Berlinguer, statisti che pensavano al futuro dell’Italia e degli italiani. Non c’è bisogno di cambiare la Costituzione italiana baluardo di Democrazia. All’Italia serve una sana riforma elettorale, che possa permettere ai De Gasperi e ai Berliguer di oggi di emergere. Basta con le belle parole! INDIGNATEVI davanti a questi cattivi amministratori, INDIGNATEVI davanti alla questione morale mai affrontata, INDIGNATEVI da buoni cittadini italiani ed europei.

Rosario Parasiliti Palumbo

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Breve nota sulla pittura di Sebastiano Parasiliti

Ho avuto il piacere di conoscere i lavori di Sebastiano Parasiliti.

Ritrovo che associa il gesto della pittura alla poesia. Nei cicli dei paesaggi urbani è sempre coerente in un percorso in cui la qualità compositiva degli accostamenti e lo stile descrittivo della narrazione dei luoghi ha il fascino della contemporaneità, mantenendo un ruolo primario nella raffigurazione. Come in una poesia. La medesima poesia che si ritrova nel ciclo degli informali, ove c’è tutta la volontà di testimoniare  l’azione che sta peraltro dietro ad un’attenta ricerca del colore, poi ridotta ad un gesto d’impulso. E traspare una preziosa sensibilità umana, una espressione esistenziale pura. E soltanto l’inconscio può farci cogliere tutto l’immenso dell’informale, lo sguardo non è mai sufficiente, mai. Una poesia arricchita dal colore, come fosse lì per una legge della natura, come se l’artista avesse aggiunto un unico suo contributo per esprimere che l’uomo è piccolo ma presente. Una poesia nella pittura. Con sincera stima.

Alessandro Celli

 

Brescia, marzo 2014

 

 

 

*Alessandro Celli è un appassionato collezionista d’arte e intellettuale  bresciano.

Senza titolo (zona industriale a Piano Tavola), tec.mista su tela cm. 50x70 - 1999

Senza titolo (zona industriale a Piano Tavola), tec.mista su tela cm. 50×70 – 1999

Orizzonti, olio su tavola cm.20x30 - 2011

Orizzonti, olio su tavola cm.20×30 – 2011

Pubblicato in CULTURA, Sociale | Lascia un commento